Fino all’ultimo pomodoro – Racconto

fino-all-ultimo-pomodoro-matteo-valentini

Racconto di Matteo Valentini | Illustrazione di Luca Marcenaro


Non fare il fesso, Michel!

No, rimango. Sì, sono stufo. Sono stanco. Ho voglia di dormire.

Sei pazzo, monta.

No, tanto riuscirò a salvare la testa. Quello che mi secca è che non dovrei pensare a lei…

«…e non ci riesco.» Mario butta fuori fumo e parole, sparapanza teso sul divano, ma la pessima connessione wireless del suo vicino di pianerottolo immobilizza Belmondo mentre raccoglie da terra la pistola e qualcuno, da qualche parte, pigia il campanello.

Mario si riscuote, maledice lo streaming, nonostante apprezzi quegli involontari fermo immagine, e va alla porta sbuffando (apprezza meno i campanelli).

Armando ha occhiali cerchiati di rosso marrone e nero, chissà a chi li ha fregati, e prima dei piedi nella stanza entrano loro, gli occhiali, con tutta la testa ed il collo. I capelli sono rimasti un po’ indietro, ma arrivano comunque prima dei piedi, che sempre incespicano e ravattano sul pavimento, nell’asfalto o per la via. «Basta con questo Belmondo, basta. Spegni lì. Il Bruciato ha accettato.» «Ottimo. E quando…?» «Adesso, adesso. Dai Mario, su muoviti che sono qui sotto.» «Dopotutto sono un fesso, comunque devo farlo. Devo farlo.» Mario si infila la fronte nel borsalino, così che di lui spunti solo la sigaretta, e scende le scale con Armando che scalpiccia dietro.

Prec1 di 4
Usa le frecce ← → della tastiera o scorri le pagine col touchscreen

Lascia un commento


Altro... Racconti
Domenica_di_pioggia_Amelia_Moro
Domenica di pioggia – Racconto

Racconto di Amelia Moro | Illustrazione di Arianna Zuppello – Un, due, tre… scivola la maglia sui ferri…...

Chiudi