Conflitto quotidiano di Alessandro Mantovani – Poesia

conflitti quotidiani alessandro mantovani

Eravamo fermi
in singole postazioni
dolori da litorale,
i moti dell’acqua sperando
lenissero le aperture,
le feritoie aperte
a lasciar passare dardi
gettarli in piene viscere
in pieno abisso.

Abbiamo camminato poi
rasenti la muraglia precaria
delle cabine estive
sapevamo di militi ingobbiti
dal fucile, dallo zaino.

Qui è tutta una guerra,
compagno, che domani
rossi in testa
ci terremo – non si dica –
feriti nell’inconscio sulle
mani striate a metà del petto
sotto le bombe
sopra le pietre.

Bada alle ombre, ti prego,
dietro gli interstizi
ai pungiglioni sotto sabbie
smosse d’inferno.
Salta sbecca dilania
ma con
curatela, fratello.
Ricorda: qui fuori
è tutta guerra.

1 Comment

  1. Moreno 15 giugno 2017

    “Bada alle ombre, ti prego”.
    Quasi un canto mistico. Una preghiera di Demetra.
    Complimenti .

Lascia un commento


Altro... Poesie
poesie online
Quando compri la salsa al supermercato… – Poesia

Un piatto di pasta al pomodoro / e le tue convinzioni astratte / svaniscono come pioggia / distrutte...

Chiudi